Notizie flash

   



 

CLASSIFICHE OPES



Pergalani dopo il D'Atanasio: "Soddisfatto, ma ci sono cose su cui lavorare" PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Pato   

Vincere aiuta a vincere: dopo due promozioni e due coppe messe in bacheca, l'Angelana non ci pensa proprio di smettere e continua il trend, portando a casa il 1° Memorial Nazzareno D'Atanasio, disputato al PalaRota, avendo come avversarie la Maran Nursia, società ospitante, e la rinnovatissima, quanto giovanissima B&A Sport Orte. Soddisfatto, mister Maurizio Pergalani al termine dell'incontro.
"Veniamo da due stagioni fantastiche, ma siamo consapevoli che, ad ogni gradino, le difficoltà aumentano. Questa manifestazione, nonostante non mettesse in palio dei punti, ci serviva per capire a che punto siamo come squadra. E mi sento di dire che siamo sul pezzo... ci siamo insomma".
Nonostante questa ventata di ottimismo, i proverbiali piedi in terra del tecnico angelano si evidenziano in pochi secondi.
"Abbiamo ancora tre settimane di lavoro, prima del nostro esordio in campionato contro il Porto San Giorgio e c'è ancora da mettere a punto alcune cose, in particolar modo penso al cercare di ridurre al minimo le distrazioni in fase difensiva; poi mi aspetto di crescere nell'aggressività in fase di non possesso. Per ultimo, ma non meno importante, sarà necessario, in fase di attacco, creare della valide alternative alle giocate individuali che ci hanno contraddistinto anche oggi e faccio chiaro riferimento al gran lavoro fatto da Marko Kocic".
E, sulla stagione che sarà, Pergalani preferisce non sbilanciarsi.
"Voglio essere sincero, per me è un'esperienza nuova e non conosco molto le squadre che affonderemo se non per sentito dire. Al momento preferisco quindi guardare in casa mia e continuare a lavorare. Sono cosciente di avere una rosa competitiva, con cui cercheremo di fare il meglio possibile".